Lavori possibili per chi ha studiato il coreano

Lavorare in Corea del Sud

Dedicarsi allo studio del coreano è un’occasione per scoprire un mondo e una cultura diversi e trovare stimolanti opportunità di lavoro. Sono vari i lavori possibili per chi ha studiato il coreano

Imparare una nuova lingua non è solo un modo per sapere come leggere, scrivere e parlare in un diverso idioma, ma è anche la possibilità di avvicinarsi a un’altra cultura. E’ un approccio utile per imparare a comunicare in modo più efficiente con gli altri, apprezzare meglio gli usi, costumi e tradizioni di popoli diversi, e vedere il mondo con occhi differenti.

Lo studio delle lingue orientali, in particolare per un occidentale, apre le porte a un millenario e affascinante mondo diverso  da esplorare, e il linguaggio è un efficace strumento di conoscenza.

“Se parli tre lingue sei trilingue. Se parli due lingue sei bilingue. Ma se parli una sola lingua, rischi di restare per sempre fuori dal mondo del lavoro.”

Istituto Il Mulino, Legnaro (PD)

La conoscenza di una lingua orientale rappresenta anche una grande occasione per trovare interessanti opportunità professionali.

Lavorare con la lingua coreana?

Molte persone si dedicano allo studio del coreano: vediamo quali possono essere le possibilità di lavoro per chi ha studiato questa lingua.

Il coreano è parlato da 75 milioni di persone nella penisola coreana, che è divisa in Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord) e  Repubblica di Corea (Corea del Sud). I due stati sono diversi per sistema economico e forma di governo: mentre la Corea del Nord è comunista e filocinese, la Corea del Sud è capitalista e filo statunitense.

In particolare, la Corea del Sud ha avuto negli ultimi decenni un’eccezionale success story, che l’ha portata, da una condizione di sottosviluppo, a raggiungere il traguardo di dodicesima potenza mondiale e il quarto posto fra i paesi dell’Asia, dopo Cina, Giappone e India. Gli scambi commerciali con tutti i paesi del mondo hanno parallelamente subito un vertiginoso incremento e il reddito pro-capite dei coreani del Sud ha ormai superato i 30.000 dollari.

Questa favorevole situazione economica, in continuo sviluppo, ha creato condizioni per molte opportunità professionali in una molteplicità di settori lavorativi. Ma quali sono le occasioni di lavoro per chi ha studiato il coreano? Ecco le più interessanti:

  • Interprete
  • Traduttore
  • Guida turistica
  • Accompagnatore turistico
  • Insegnante di lingua coreana
Lavorare con la lingua coreana
Interprete

Proprio a causa del notevole flusso di scambi economici della Corea del Sud con un grande numero di paesi del mondo, non è difficile immaginare quante potrebbero essere le occasioni che richiedono la presenza di una persona che ha studiato il coreano, per incarichi d’intermediazione linguistica.

E’ possibile lavorare in proprio, come freelance, oppure far parte di un team in un’agenzia d’interpretariato. I professionisti coreani che viaggiano per lavoro spesso desiderano avere con sé un interprete per tutta la durata del viaggio, e questa può essere una grande occasione anche per viaggiare in tutto il mondo, soprattutto se si conosce l’inglese, la lingua più diffusa per gli scambi commerciali.

Diverse agenzie hanno anche interpreti in loco, poiché questa scelta permette di abbattere i costi dei trasferimenti dell’interprete, per chi ha la necessità di viaggiare in Corea. Ciò può essere un’opportunità di lavoro per chi ha studiato il coreano, e decide di lavorare nel paese asiatico.

E’ possibile specializzarsi anche in interprete di consecutiva, vale a dire essere esperti nella tecnica specifica con la quale l’interprete offre la propria prestazione in caso di convegni e congressi.

Traduttore

Anche in questo caso si può lavorare come dipendenti, presso un’agenzia di traduzione, oppure come libero professionista.  I lavori più richiesti riguardano traduzioni professionali di:

  • brochure
  • manuali tecnici
  • email
  • white paper
  • libretti d’istruzioni
  • verbali di procedimenti
  • atti amministrativi
  • articoli scientifici
  • tesi
  • monografie
  • opuscoli di congressi
  • presentazioni
  • relazioni
  • bilanci
  • contratti
  • progetti finanziari
Guida turistica

L’aumento del reddito pro-capite in Corea del Sud, arrecando un maggior benessere ai cittadini, favorisce anche i viaggi turistici, e il numero dei coreani che viaggia all’estero è in continuo aumento. Lavorare come guida turistica è una stimolante opportunità per chi ha studiato il coreano e ha grande passione per l’arte e i luoghi d’interesse turistico. E’ quindi un’attività dalla forte connotazione culturale, che consiste nell’accompagnare singoli o gruppi a visitare città d’arte, monumenti, musei, luoghi storici, siti archeologici, parchi e altre aree naturalistiche. Per essere abilitati a svolgere questa professione occorre conoscere almeno due lingue straniere.

La Corea del Sud e la lingua coreana
Accompagnatore turistico

Questa figura professionale si occupa di accompagnare persone singole o gruppi, nei viaggi all’interno del territorio nazionale o all’estero. L’accompagnatore turistico di solito è un libero professionista che è incaricato del lavoro da tour operator, agenzie di viaggio o enti di promozione turistica. Il suo compito è di fornire informazioni generali e notizie riguardo alle località visitate, e di prestare assistenza ai viaggiatori, per gli adempimenti burocratici e amministrativi, ma anche per la risoluzione di eventuali inconvenienti e problematiche che si possono verificare durante il viaggio.

Uno dei modi migliori per conoscere le offerte lavorative presenti sul mercato, per chi ha studiato il coreano, è visitare con regolarità i website come Jobsora, dove è possibile reperire le diverse opportunità professionali attraverso numerose chiavi di ricerca, che permettono di personalizzare la selezione per cercare ciò che più interessa.

Insegnante di lingua coreana

Oltre alla lingua bisognerà studiare anche linguistica. Con la crescente passione dei giovani per la Korean Wave, specialmente il Kpop e i drama, è cresciuta la richiesta di insegnanti di coreano. Tra i lavori possibili per chi ha studiato il coreano ecco quindi la figura dell’insegnante che per scuole private e associazioni impartisce lezioni di vari livelli.

Ma dove si inizia lo studio della lingua coreana? Una delle prime scuole in Italia ad offrire questo servizio, oltre alle Università storiche come Ca’ Foscari a Venezia e l’Orientale di Napoli, è stata l’Istituto Il Mulino in provincia di Padova. Offrono corsi in varie sedi, ma anche online. Insegnanti madrelingua ed un metodo didattico serio e al tempo stesso divertente ne fanno una delle migliori scelte possibili.

Leave a comment