L’agenzia SM Entertainment: pioniera del K-Pop

agenzia SM Entertainment

In Corea del Sud l’agenzia SM Entertainment è considerata la più importante delle tre grandi agenzie del K-pop, apprezzata soprattutto per la solida base tecnica che ricevono i suoi cantanti. Inoltre vanta di essere la compagnia che ha esportato all’estero l’“hallyu” e la pioniera musicale per eccellenza.

ORIGINI dell’agenzia SM Entertainment

Nasce nel 1995 dal visionario progetto di Lee Soo-man (il nome SM deriva dalle iniziali del nome del suo fondatore). Lee Soo-man è un cantautore popolare nei primi anni ’70, che poi si era trasferito in America. Qui era rimasto colpito dalla figura di Michael Jackson e voleva integrare musica e ballo e portarle a un livello successivo.

Una volta fondata la compagnia, le diede una struttura solida: nasce alla SM lo status di trainee. Esistevano già le audizioni, ma alla SM venne incorporato un sistema per scovare altri talenti grezzi e allenarli. Si istituirono lezioni di canto, ballo e rap regolari, affiancate da lezioni sulla presenza scenica, lezioni di public speech per allenarsi alle domande dei giornalisti e anche di recitazione.

LA PRIMA GENERAZIONE DI IDOL

Il primo vero gruppo K-Pop moderno della storia fa il suo debutto sotto la SM e si tratta della boy band H.O.T.

Composta da cinque membri, il gruppo sale per la prima volta sul palco nel 1996 e segna il primo successo della neo-nata compagnia.

Segue nel 1997 il primo gruppo femminile S.E.S che sorpassano le vendite dei loro colleghi, raggiungendo le 650.000 copie.

Nel 2000 debutta la vera prima stella della SM: la solista BoA, che all’epoca aveva solo 13 anni.

BoA promuove le sue canzoni sia in Corea che per la prima volta pure in Giappone. È la prima artista che ottiene un notevole successo fuori dalla nazione, riuscendo dove H.O.T e S.E.S non erano arrivati. Canta canzoni e interi album in lingua giapponese, nella quale ha un livello praticamente madrelingua.

Sfortunatamente la compagnia vive un periodo incerto in seguito allo scioglimento di H.O.T e S.E.S, e non va nemmeno molto bene il debutto dei TVXQ nel 2004.

LA SECONDA GENERAZIONE

Nel 2005 il nuovo comeback dei TVXQ va particolarmente bene e ribalta la situazione. Quindi la SM si prepara ad un altro azzardo : manda sul palco il primo gruppo maschile con più di dieci membri.

Si tratta dei Super Junior, composti da tredici ragazzi che ottengono presto un grande successo grazie a canzoni come ‘Sorry Sorry’ e ‘Mr.Simple’.

In seguito arrivano sulla scena le “sorelle” dei Super Junior, ossia le Girls’ Generation (o SNSD). Debuttano nel 2007 con una lineup iniziale di nove membri, e conquistano velocemente le classifiche musicali e i cuori degli spettatori, anche grazie a video diventati virali.

Diventano il gruppo femminile più popolare e di maggior successo, rimanendo imbattute nelle classifiche per 10 anni. Inoltre vengono nominate “Nation’s girl group” dal Ministro della cultura coreana.

Nel 2008 debuttano gli SHINee, un gruppo maschile composto da cinque membri. La loro discografia passa in rassegna vari generi e sperimenta con nuovi suoni; il successo ottenuto è tale che vengono perfino citati in un intervento tenuto alla Casa Bianca da Obama.

A loro si deve, oltre alle numerose hit, la popolarizzazione dei tanto amati dance practice video, ora richiestissimi dai fan.

Segue il debutto delle f(x), un gruppo femminile che trova il suo spazio producendo musica energetica e vivace.

LA TERZA GENERAZIONE

Nel 2012 Lee Soo-man si prepara a far debuttare la sua nuova visione di innovazione musicale : la boy band EXO.

Composta da dodici membri di cui quattro cinesi, la boy band viene divisa in due sub-unit di sei persone cada una:
• EXO-K (K sta per Korean) : che promuove le canzoni in Corea e canta in coreano;
• EXO-M (M sta per Mandarin Chinese): che promuove le canzoni in Cina e canta in cinese.

La band poi si riunisce per promuovere insieme nei concerti e nelle apparizioni televisive e diventerà il gruppo più conosciuto globalmente e più amato della SM.

Nel 2014 debuttano le Red Velvet, il primo gruppo femminile con un doppio concept. La chiave della loro unicità sta nel nome del gruppo, infatti ‘red’ si rivolge a concept più vivaci e frivoli, mentre ‘velvet’ a concept più maturi.

LA QUARTA GENERAZIONE

Nel 2016 in conferenza stampa Lee Soo-man lancia gli NCT, la sua ultima creazione. Si tratta di un gruppo maschile con un numero infinito di membri e diviso in diverse sub-unit, le cui lineup sono quindi sottoposte a cambiamenti.

Gli NCT sono al momento in ventitrè e contano membri di diversa nazionalità tra i quali vi sono idol coreani, cinesi, tailandesi e giapponesi.

Le sub-unit ora attive sono:

  1. NCT 127;
  2. NCT U;
  3. I DREAM (o NCT DREAM);
  4. WayV (la sub-unit che si concentra sulla promozione in Cina).

Le piccole di casa SM sono le Aespa, un gruppo femminile che ha debuttato nel 2020 e che ha un concept quasi fantascientifico. Infatti alle quattro cantanti si affiancano le loro quattro rispettive avatar virtuali, fondendo così la realtà con la tecnologia.

FONTI

Sito ufficiale dell’agenzia SM ENTERTAINMENT GROUP
SobreK, khushi Sharma, THE STORY OF SM ENTERTAINMENT
Il talent show coreano Produce 101
Unsplash| Beautiful Free Images & Pictures

Post Correlati

Leave a comment