Korean Week Pesaro 2024

Korean Week Pesaro

Dal 20 al 23 giugno, in concomitanza con la 60esima Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, c’è stata la Korean Week Pesaro con un ricco programma di eventi diffusi tra cinema, arte, musica e cibo, che celebra lo storico rapporto di amicizia e dialogo culturale tra la città di Rossini e la Repubblica della Corea.

SEMPRE PIU’ INTERNAZIONALE, PESARO 2024 CELEBRA LA CULTURA DELLA COREA

L’anno da Capitale come occasione per consolidare le relazioni internazionali e rafforzare la promozione nel mondo. Per questo, dal 20 al 23 giugno – non a caso nei giorni della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema – Pesaro 2024 ha accolto la ‘Korean Week’, una ‘settimana’ di eventi diffusi nel cuore della città alla scoperta della cultura coreana a 360°, tra musica, cinema, arte e food. Inserito nel calendario ufficiale di Pesaro 2024 Capitale italiana della cultura, l’evento è stato patrocinato dal Comune di Pesaro, dall’Ambasciata della Corea in Italia e dall’Istituto Culturale Coreano a Roma ed è realizzato da Confcommercio. La Korean Week ha avuto come location: Palazzo Gradari, Alusfera, Galleria Rossini, piazzale della Libertà, Ristorante Opera. L’evento inaugurale è stato giovedì 20 giugno dalle 19 nel Salone Metaurense di Palazzo Ducale alla presenza dell’Ambasciatore Coreano in Italia. Come evento di chiusura il finissage della mostra delle artiste coreane in Galleria Rossini, con il momento musicale a cura di DJ Shiru.

Il 2024 rappresenta un anno importante per i rapporti tra Italia e Repubblica di Corea, poiché sancisce 140 anni dall’istituzione di relazioni diplomatiche. La ricorrenza è ancora più significativa per Pesaro 2024, legata alla Repubblica di Corea da un legame quasi semicentenario di amicizia e rispetto, nell’ultimo decennio consolidato nei temi della cultura e dello sviluppo sostenibile e allargato a diverse città, organizzazioni e personalità coreane. Tra queste, Daegu, Busan e le altre destinazioni che condividono con Pesaro il titolo di Città creative UNESCO della Musica, Gwacheon con cui è attiva una collaborazione in ambito culturale, il Jeju International Convention Center, il Maestro Yang Jae Moo e la “I Maestri” voice orchestra.

Il cinema coreano a Pesaro

Accanto alla musica, il connubio profondo tra Pesaro e questo paese è nel segno del cinema. Alla Corea del Sud, il Pesaro Film Festival aveva già dedicato la manifestazione del 2005. Quest’anno, la 60ª edizione del Festival di Pesaro Capitale è tornato ad analizzare la cinematografia sudcoreana – ormai vero e proprio punto di riferimento internazionale – attraverso la collaborazione con il Busan Cinema Center che ha selezionato un programma di lunghi e cortometraggi per tre giornate di festival. La Mostra di Pesaro ha aperto una finestra sul cinema della Repubblica di Corea, di riconosciuta avanguardia nella produzione audiovisiva digitale e proporrà una tavola rotonda sullo stato dell’arte del cinema in Corea, comprese le produzioni di serie televisive, vero e proprio cult degli ultimi anni.

La bandiera della Corea del Sud
La bandiera della Corea del Sud
La conferenza stampa

Alla conferenza stampa sono intervenuti: Daniele Vimini presidente Fondazione Pescheria Centro Arti Visive, Amerigo Varotti direttore Confcommercio Marche Nord, Cristian Della Chiara e Pedro Armocida (in collegamento) per la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, Chun Ye Jin direttrice dell’Istituto Culturale Coreano in Italia (in collegamento), Alessandra Frontini di My Beauty Routine, Enrico Francesconi/ ristorante Opera Trattoria Contemporanea di Quartiere, e in collegamento: l’artista Sun Hee Moon, Silvio Franceschinelli di K-ble Jungle, So Hyun Lee, soprano, Inkie Kim e Dajung Kim/ focal point UNESCO per la Città Creativa di Daegu, la Park Siyeon Jazz band.

L’intervento di saluto affidato a Chun Ye Jin ha sottolineato il valore di questa iniziativa che accade in un anno speciale – i 140 anni dall’istituzione di relazioni diplomatiche tra l’Italia e la Repubblica di Corea – e ha ringraziato Pesaro per il grande impegno nell’organizzazione della settimana che prevede vari eventi in ambiti diversi.

Così Daniele Vimini: esprimo la mia gratitudine per questo sforzo collettivo grazie a cui ha preso forma questo evento di giugno dedicato alla Corea, paese scelto per la storia ormai ventennale di rapporti con la Corea, un legame che ha la sua radice nel cinema, ma che poi si è rafforzata anche nella rete delle Città Creative Unesco – come Daegu città della musica -, ma anche quelle di altri cluster, Busan è città del cinema ad esempio. Il programma della settimana è il risultato di queste relazioni. Grazie a Confcommercio che ha creduto a questa sfida che è occasione di scambio culturale e scambio turistico, e l’augurio è proprio di replicare la formula in città della Corea come reciproca promozione turistica.

Silvio Franceschinelli referente per la sezione della settimana K-Pop ha illustrato il contest aperto a ballerini solisti e crew poi valutati da una giuria di esperti, che fa parte di un più ampio contest italiano ed europeo: il K-Pop Dance Fight Fest con finali nazionali a Comicon Napoli e Bergamo e finale europea a Etna Comics Catania.

Enrico Francesconi per K-FOOD, sezione che di fatto apre la Korean Week, ha sottolineato come Opera sia stato uno dei locali pionieri per la formula del pop up, ristoranti temporanei per far conoscere connessioni fra culture gastronomiche diverse; in questo caso la Corea con 6 cene.

Cristian Della Chiara e Pedro Armocida hanno illustrato il progetto di collegamento tra il Pesaro Film Festival e la Corea, più precisamente Busan città creativa UNESCO del Cinema, attraverso il Busan Cinema Center con cui è stato costruito un programma di reciprocità che prevedono delle giornate dedicate alla Corea alla Mostra di Pesaro e poi giornate a Busan col cinema italiano. Fra l’altro è stata l’occasione per riattivare una sala storica della Mostra del Cinema come il Cinema Astra. L’altra collaborazione composita – elemento del dossier di Pesaro 2024 – è con il Sarajevo Film festival, che prevede la produzione di un cortometraggio-documentario realizzato a Pesaro dopo alcuni giorni di residenza insieme agli studenti di Sarajevo.

Sun Hee Moon l’artista che cura l’esposizione alla Galleria Rossini ha ringraziato per l’opportunità preziosa che offre una vetrina alla cultura della Corea creando un ponte artistico. Una mostra con tre artisti coreani che risiedono in Italia, organizzata in collaborazione con K-ble Jungle.

Amerigo Varotti: ringrazia il Comune di Pesaro che ha sollecitato la partecipazione di Confcommercio a questo evento che è un grande contenitore di tante iniziative. Sono orgogliosi di questa chiamata per un evento che è il risultato di una serie costante di relazioni che la città di Pesaro ha portato avanti in tutti questi anni e che contribuiscono ad un aumento di flussi turistici dalla Corea, anche perché Pesaro è la città ideale per accogliere il turista coreano per la musica, per la cultura, per l’eccellenza gastronomica.

So Hyun Lee afferma di essere felice di partecipare perché Pesaro è la sua seconda patria e parlando della cultura coreana non possiamo non parlare di Pesaro, il cui Conservatorio ha un credito altissimo in Corea di cui ha cresciuto tantissimi musicisti.

Alessandra Frontini referente per K-BEAUTY: si occupano di cosmesi coreana dal 2017 e quindi saranno presenti con grande onore con due masterclass in cui si spiegheranno che cos’è la skin care coreana, peculiarità della cultura di questo Paese.

I saluti finali – anche in musica – di Inkie Kim e Dajung Kim/focal point UNESCO per la Città Creativa di Daegu e la Park Siyeon Jazz band.

Le autorità della Korean Week di Pesaro
La conferenza stampa della Korean Week

CALENDARIO della Korean Week Pesaro

18 – 30 giugno 2024

Evento inaugurale

Giovedì 20 giugno, Salone Metaurense/Palazzo Ducale

  • Ore 18 saluti istituzionali (ingresso su invito)
  • Ore 20 concerto d’opera lirica degli studenti coreani residenti a Pesaro, diretti da So Hyun Lee, soprano.
K-FOOD

18-23 giugno dalle 19.30: il ristorante Opera Trattoria Contemporanea di Quartiere a cena trasformerà il menù includendo piatti della cucina coreana, a cura della chef Hyeji Choi. Info e prenotazioni: 379 2144613

K-PAINTINGS

18-30 giugno ristorante Opera Trattoria Contemporanea di Quartiere: mostra fotografica di Massimo Spagnoletti con luoghi e atmosfere coreane. Visitabile durante gli orari di apertura del ristorante

K-CINEMA

Gli eventi di cinema coreano sono organizzati in collaborazione con Mostra Internazionale del Nuovo Cinema e Busan Cinema Center.

Giovedì 20 giugno

  • Ore 11.30 Salone Pallerini/Palazzo Gradari, tavola rotonda “Tendenze nell’industria cinematografica coreana dopo il COVID-19”
  • ore 17.30 Cinema Astra anteprima nazionale “Exhuma” (Pamyo) (2024, 134’) di Jang Jae-hyun

Venerdì 21 giugno

  • Ore 17:30 Cinema Astra anteprima nazionale “Laid-back Town” 28’52’’, “Mora” (102’)

Sabato 22 giugno

  • Ore 17.30 Cinema Astra anteprima nazionale “See the Love” (16’), “Homo Hundred Ballet (14’) e Picnic (113’40’’)
K-ART 20-30 giugno Galleria Rossini

‘Le tre stagioni’, esposizione di opere pittoriche e sculture a cura di tre artiste di origine coreana Sun Hee Moon, Lee Yun Mi, Hwang Da Sol. Potrete ammirare le opere delle tre artiste coreane tutti i giorni 10:00-13:00,16:30-20:00. Dal 20 al 23 giugno, anche apertura serale 21-23. Finissage con DJ Shiru il 30 giugno, dalle 19.00 alle 23.00.

Opere in mostra alla Galleria Rossini
Da sx, opere in mostra, di: Yun Mi Lee, Da Sol Hwang, Sun He Moon.
K-MUSIC 21-23 giugno

< Via Trio, musica folk coreana “Arirang”

  • Venerdì 21 ore 19 piazzale della Libertà
  • Sabato 22 ore 05 Parco San Bartolo (dal Tramonto all’Alba) Fondazione Oasi

< Park Si Yeon trio, musica jazz

  • Sabato 22 ore 21 Opera Trattoria Contemporanea di QuartiereConcerto al tramonto, Park Siyeon
  • Domenica 23 ore 19 piazzale della Libertà

< Art We Can, musica contemporanea esempio di inclusione sociale

  • venerdì 21 ore 19 piazzale della Libertà
  • domenica 23 ore 19 piazzale della Libertà

< I Maestri, orchestra lirica maschile

  • domenica 23 ore 21 piazza del Popolo

< K-Pop Dance Fight Fest, contest aperto a ballerini da tutta Italia con possibilità di accesso alla finale nazionale 2025 per il vincitore. Organizzato in collaborazione con K-ble Jungle e Coreapoli.

  • 23 giugno piazzale della Libertà
K-CULTURE

20-23 giugno Palazzo Gradari: laboratori di scrittura Chusa con pennelli tradizionali e possibilità di indossare l’Hanbok, abito tradizionale coreano. Orario 10-13; 17:30-20; 21-23

K-BEAUTY

21-23 giugno Palazzo Gradari, in collaborazione con Mybeautyroutine.it.

  • Consulenze individuali di K-beauty (su prenotazione) orario 10-13; 17:30-20; 21-23
  • Domenica 23 Salone Pallerini/Palazzo Gradari
  • ore 10 Masterclass “K-beauty: la Skincare Routine coreana – conosciamo insieme i famosi dieci step
  • ore 11:30 Masterclass “K-beauty: La cosmesi coreana – un viaggio tra natura e ricerca, tra tradizione e innovazione scientifica”

Tutte le iniziative della Korean Week Pesaro sono a ingresso gratuito.

Sito Ufficiale di Pesaro 2024

Post Correlati