La tigre nella cultura coreana

La tigre nella cultura coreana

Le Olimpiadi di Seoul del 1988, i Mondiali di Calcio FIFA Under 20 del 2017 e i Giochi Olimpici e Paraolimpici Invernali del 2018 hanno in comune l’uso di tigri come mascotte ufficiale. La tigre nella cultura coreana è così importante?

Secondo un’inchiesta dell’Istituto Nazionale delle Risorse Biologiche, sotto il Ministri dell’Ambiente, la tigre è l’animale preferito dei coreani. In effetti, la tigre ha un legame stretto con la Corea del Sud.

Tigre coreana mascotte delle olimpiadi
Nazione di tigri

La Corea era un tempo conosciuta come la nazione delle tigri, perché il suo territorio montuoso era un buon habitat per questi felini. Non c’è da meravigliarsi che le tigri siano personaggi importanti di molti miti e leggende coreani. Uno dei più conosciuti è il mito di Dangun (단군신화), che parla della fondazione della Corea. Nel mito di Dangun, un orso e una tigre pregano per diventare esseri umani e viene loro assegnato una prova da superare prima che possano farli. La tigre si arrende a metà strada, ma l’orso persevera e infine diventa una donna, che poi darà alla luce Dangun che fonderà la nazione coreana.

호랑이 담배 피우던 시절, letteralmente “quando le tigri fumavano”, si usa per dire “molto tempo fa”.

Modo di dire coreano
Oggetti scaramantici e tigri

Fin dai tempi antichi, le tigri sono state considerate dai coreani come guardiani contro spiriti maligni e cattiva sorte. Perciò c’erano talismani e oggetti d’uso quotidiano che usavano motivi tigrati, come pelle di tigre sulla portantina di una sposa, pelle di tigre su separé, forma di zampe di tigre per vassoi per il cibo, ornamenti con pendenti d’artiglio di tigre. Ci sono anche tigri scolpite in pietra installate intorno alle tombe reali, a guardia dei morti.

Data l’importanza che ha la tigre nella cultura coreana, essa appare in molti tipici quadri coreani. Per esempio Jakhodo, una pittura di una gazza ladra e una tigre, rappresenta le gioie del Capodanno e un aiuto contro spiriti maligni. Nel 2018 il Museo Nazionale di Corea ha presentato una speciale mostra intitolata “Tigri nell’arte dell’Asia Orientale: Corea, Giappone, Cina” in collaborazione con il Museo Nazionale del Giappone di Tokyo e il Museo Nazionale Cinese.

La tigre è presente spesso anche nei prodotti culturali contemporanei, come animazione e fumetti coreani.

Fonti:

Kalbi Chiu, Korean Culture Blog
Kim Young-shin, “Tiger voted as Korea’s favorite animal“, Korea.net, 2017-10-25
Chung Ah-young, “2010 The Year of the Tiger“, The Korea Times, 2009-12-31
Kim Mok-yeon, Arirang News, ‘National Museum of Korea exhibits ‘Tigers in East Asian Art’, 2018-01-26

Post Correlati

% Commenti (5)

[…]   By Silvio Franceschinelli Arti tradizionali 30 Marzo 2020 […]

[…] i soggetti troviamo anche la tigre coreana, con tutta la sua simbologia, presente spesso anche nella pittura […]

Un articolo molto carino e interessante, lo condividerò con i miei amici italiani!
Grazie per averlo scritto e per amare la Corea.
P.S. Mi ha fatto sorridere l’immagine della mascotte perchè proprio in questo momento indosso la felpa delle olimpiadi con il tigrotto.
Kim JH

Grazie a te! Contattaci per portare avanti qualche collaborazione sulla cultura coreana 🙂

[…] La tigre nella cultura coreana – Cultura Coreana (cultura-coreana.it) […]

Leave a comment