Assemblea Liang hui: Due Sessioni

Assemblea cinese Luang Hui

Il 4 e il 5 Marzo si sono svolte in Cina le LIANGHUI (due sessioni) ovvero gli incontri annuali dell’Assemblea nazionale del popolo (ANP) e della Conferenza Politica Consultiva del Popolo Cinese (CPCPC); in questa occasione è stato inoltre messo a punto il nuovo piano quinquennale che andrà dal 2021 al 2025. I principali temi dell’Assemblea Liang hui: Due Sessioni sono stati: società, economia, relazioni politiche e internazionali e scienze e tecnologie.

società

Il dibattito si è focalizzato sul tema dell’equità e i problemi di accesso ad alcuni servizi essenziali.
La Cina si propone di migliorare i settori della sanità e dell’educazione nelle zone più deboli economicamente, come le aree rurali, attraverso degli incentivi statali.

economia

Sono stati diversi i punti toccati durante l’incontro. Primo fra tutti quello della disoccupazione, tema cruciale per il Governo Cinese che sta elaborando delle nuove politiche economiche rivolte alle piccole imprese, consistenti nella riduzione significativa della tassazione, così da creare nuove opportunità lavorative. Il Governo Cinese ha come obiettivo la crescita del 6% del PIL, che può sembrare un target più basso rispetto ai target degli altri piani quinquennali che raggiungevano l’8%. In realtà risulta un piano ambizioso data la situazione economica attuale dovuta alla pandemia.
Infine, il PCC durante le due Sessioni ha messo in risalto la volontà di migliorare l’economia interna del Paese e di continuare la politica di apertura stipulando numerosi trattati Internazionali. (ricordiamo il CAI, accordo Cina EU, firmato con l’Europa nel gennaio scorso).

relazioni politiche e internazionali

Un altro punto essenziale trattato durante le riunioni dell’ANP è stato il rapporto con gli Stati Uniti.
Il rapporto attuale con gli USA non è ottimo e le differenze tra i due Paesi non hanno ancora permesso una collaborazione effettiva. In questa occasione la Cina si è mostrata aperta al dialogo, riflettendo sul fatto che una collaborazione tra i due Paesi potrebbe influire positivamente sulla politica internazionale globale. L’incontro in Alaska tra delegazioni cinesi e statunitensi va in questa direzione.

Altro tema rovente è stata la modifica della legge elettorale di Hong Kong che porta l’insediamento di Patrioti all’interno del Comitato elettorale così da permettere un maggiore controllo sul Paese.

America Cina tensioni
Bandiere cinese e americana

SCIENZA E TECNOLOGIA

La Cina ha espresso chiaramente la sua volontà di aumentare gli investimenti per il settore della ricerca e dello sviluppo per prevalere anche su questo campo rispetto alle altre Nazioni. Piano che comporta un maggiore riconoscimento del valore di scienziati e talenti emergenti rispetto al passato.

pandemia di covid-19 in cina

All’interno delle “Due Sessioni” la problematica legata alla Pandemia da Covid-19  ha avuto un’importanza solo marginale all’interno del dibattito.
La Cina ha sì dichiarato di voler fare delle ricerche più approfondite sul virus, ma differentemente da altri Paesi non ha posto il tema al centro del dibattito. Infatti, durante i due incontri ha deciso di concentrarsi sulle politiche future in modo da avere una visione chiara dei prossimi 5 anni.

Il Paese ha grandi aspettative, la Cina spera che questi grandi progetti vengano rispettati concentrandosi sul futuro della Nazione.

minoranza uigura in Cina
Cina e Hong Kong, tensioni sulla legge elettorale

LEGGE ELETTORALE DI HONG KONG

Hong Kong è stata colonia britannica dal 1842 al 1997, anno in cui è tornata sotto il controllo cinese ed è diventata una regione a statuto speciale.
La Cina avrebbe dovuto garantire autonomia per almeno 50 anni: una indipendenza giudiziaria e premessa di democrazia che prevedeva una graduale democratizzazione fino al suffragio universale per Chief Executive e consiglio legislativo.
Dopo diverse rivolte messe in atto dalla popolazione di Hing Kong, a partire dalla famosa “Rivolta degli ombrelli” del 2014, la Cina ha deciso di prendere in mano la situazione e l’11 Marzo 2021 l’Assemblea Nazionale del Popolo ha
approvato all’unanimità la legge elettorale di HK.

Verrà re-introdotto, dopo una precedente eliminazione, la figura del comitato elettorale, che sarà composto da 1500 membri al posto di 1200 provenienti da 5 settori aumentando il numero dei deputati da 70 a 90.
Inoltre vi sarà l’istituzione di un comitato di revisione delle qualifiche dei candidati per quanto riguarda il comitato elettorale, la carica di Chief Executive,  e anche per il consiglio legislativo. Tale comitato si assicurerà che le qualifiche dei candidati corrispondano ai requisiti di un governo patriottico e che limitino potenziali minacce alla sicurezza nazionale e l’opposizione in prospettiva delle future elezioni).

FONTI

Transcript of Li Keqiang Final Press Conference Two Sessions 2021 (Chinese edition)
NPC Observer: NPC Hong Kong Electoral Reform Decision

Post Correlati

Leave a comment