Le origini della lingua Cinese

Lingua cinese e calligrafia

La lingua cinese è una delle lingue più antiche attualmente parlate. Le origini della lingua Cinese, tema di studio di molti linguisti e storici, ci portano indietro di migliaia di anni ad una cultura che era già molto sviluppata.
Le prime testimonianze scritte pervenuteci le ritroviamo nelle ossa oracolari (gusci di tartaruga e ossa di bovini, impiegati a scopo divinatorio) intorno al 1750-1122 A.C. durante la Dinastia Shang.
La lingua cinese ha conosciuto un’evoluzione di millenni, che ha prodotto al suo interno differenziazioni notevoli.

identità linguistica

Identità linguistica e continuità storico culturale sono aspetti interconnessi e interdipendenti nella civiltà cinese.
La peculiarità della lingua cinese scritta è rappresentata dal suo sistema di scrittura, costituito da caratteri, ciascuno dei quali corrisponde ad un morfema, e fonologicamente ad una sillaba.
Nonostante le diversificazioni linguiste all’interno della Cina date dalla presenza di numerosi dialetti, un testo scritto in cinese può essere compreso da chiunque essendo comune a tutta la popolazione.

Caratteri cinesi per la scrittura
Scritte in lingua cinese

origini della scritturA CINESE

Come precedentemente detto i primi reperti archeologici datano tra il XIV e l’XI secolo a.c durante la dinastia Shang,  nelle ossa oracolari veniva inciso un breve testo, solitamente di 15 caratteri dove erano registrati domanda e risposta dell’oracolo.
La divinazione divenne una pratica comune in epoca Shang quindi ad oggi sono pervenuti 120 000 ossa oracolari contenenti più di 3000 caratteri.

Purtroppo si pensa che data la maturità linguistica siano frutto di una profonda evoluzione e quindi che le origini reali della scrittura debbano posizionarsi ancora più lontano nel tempo.
Purtroppo però, non si ha alcuna testimonianza precedente all’epoca Shang.
Dopo la dinastia Shang, si hanno altre testimonianze grazie alla dinastia che la segui, la Dinastia Zhou.
Durante questo periodo i cinesi iniziarono a fondere bronzi rituali recanti iscrizioni caratterizzate da uno stile pittorico, che diventano molto più lunghe e articolate.

sTUDIO SISTEMATICO DEI CARATTERI CINESI

Lo studio sistematico, invece, nacque in epoca Han, con l’apparizione dello shuowen jiezi, uno dei primi dizionari cinesi. La Cina iniziò l’analisi e la descrizione dei caratteri che ha posto le basi per gli studi successivi che hanno portato alla classificazione odierna dei caratteri.
Xu Shen, l’autore, divise i caratteri in wen (semplici) e zi (composti), e classificò poi ulteriormente le unità grafiche distribuendole in sei categorie (sei principi di scrittura):

  • 1 simboli indicativi o ideogrammi semplici
  • 2 pittogrammi
  • 3 composti fonetici
  • 4 aggregati logici o ideogrammi complessi
  • 5 caratteri il cui principio formativo non è stato ancora chiarito
  • 6 prestiti fonetici

Dalla combinazione degli wen, semplici nacquero gli zi complessi.

La lingua cinese, per uno studente europeo, presenta evidenti difficoltà, sia nella scrittura che nella pronuncia. Ma non bisogna lasciarsi scoraggiare, in quanto il suo studio può dare molte soddisfazioni.

Link

Lingua coreana
Lingua giapponese
Scuola di lingue Istituto Il Mulino, specializzata in lingue asiatiche.

Post Correlati

% Commenti (2)

[…] online di lingua giapponeseStudiare giapponese online Lingua coreanaLingua giapponeseLingua cineseScuola di lingue Istituto Il Mulino, specializzata in lingue […]

[…] coreanaLingua giapponeseLingua cineseScuola di lingue Istituto Il Mulino, specializzata in lingue […]

Leave a comment